Best IAB Mixx 2012

Mamma che ridere!

Agenzia: JWT
Cliente: Kimberly Clark

PROBLEMA
La tv italiana è piena di spot che presentano mamme multitasking sempre perfette, rilassate e sorridenti: stereotipi che nulla hanno a che vedere con la realtà. Huggies, brand giovane nel nostro mercato, aveva come obiettivo creare una relazione con il target condividendo una visione più autentica della maternità.
SOLUZIONE
Per iniziare una relazione, il primo requisito è saper ascoltare. Abbiamo quindi chiesto alle mamme di raccontarci la vera maternità. Siamo partiti reclutando 10 mamme blogger. Altre si sono aggiunte spontaneamente e insieme abbiamo coinvolto le loro lettrici, dapprima scrivendo insieme il manifesto delle Mamme Imperfette, quindi uno spettacolo sulla maternità, portato in scena dall’attrice comica e neomamma Teresa Mannino e quindi riconsegnato sotto forma di 12 video alle mamme, che li hanno infine condivisi attraverso i propri canali.
RISULTATI
Oltre 600.000 dei video di Teresa Mannino nel periodo di campagna. Più di un milione a oggi.
+155% Fan su FACEBOOK
+14% di awareness spontanea
Il 75% delle mamme esposte alla campagna ha riferito che Huggies è un brand di cui ci si può fidare e che intende provarlo per i loro bambini.

  • Client Service Director: Patrizia Rossi
  • Direttore Creativo Esecutivo: Daniela Radice
  • Direttore Creativo Associato: Davide Boscacci
  • Direttore Marketing: Enrico Castellani
  • Brand Manager: Maddalena Pettenati
  •  

BRAND DESTINATION SITE

WHAT THE FARM

Agenzia: Leo Burnett
Cliente: Pringles

Lancio in Italia del nuovo snack Pringles Multigrain, a base di cereali. La comunicazione si rivolge ai ragazzi tra i 14 e i 24 anni e deve creare awareness sul prodotto.
In occasione del lancio del primo snack Pringles a base di cereali, nasce una piattaforma di comunicazione multicanale, la prima fattoria online in cui l’unica regola è divertirsi. Ecco What the Farm e i suoi 5 farmer. Grazie a loro, gli utenti possono sfrecciare sui trattori, teleguidare galline da corsa, gareggiare con pecore acrobatiche. È così che, tra gaming, entertainment e user generated content, gli Young Adult d’Italia scoprono che anche la campagna è cool con Pringles.
Grazie alla partnership con Radio Deejay, due farmer di eccezione hanno lanciato What the Farm in radio e televisione: la Pina e Diego, protagonisti anche del TG della fattoria. La piattaforma di comunicazione si sviluppa sui seguenti touch point: banner, Facebook, Digital PR, in sinergia con il mix di comunicazione previsto dal lancio di Multigrain.

Risultati
500.000 visitatori unici nei primi 3 mesi.
74.000 partite giocate.
700M prodotti venduti nei primi mesi. (Total Italy – C&S MKT – fonte dati Nielsen).

  • PA to Group Creative Directors: Pia Pica
  • Marketing Director: Paola Aruta
  • Group Creative Director: Riccardo Robiglio
  • art: Massimiliano Bibbò
  • Digital Creative Director: Paolo Boccardi
  • copy: Caterina Corsini
  • Group Creative Director: Paolo Dematteis
  • Client Creative director: Andrea Jaccarino
  • art: Alberto Lot
  • Designer: Ivano Nazeri
  • Motion Designer: Davide Sittinieri
  • copy: Emanuele Viora

 

BRAND CONTENT

Mamma che ridere!

Agenzia: JWT
Cliente: Kimberly Clark

PROBLEMA
La tv italiana è piena di spot che presentano mamme multitasking sempre perfette, rilassate e sorridenti: stereotipi che nulla hanno a che vedere con la realtà. Huggies, brand giovane nel nostro mercato, aveva come obiettivo creare una relazione con il target condividendo una visione più autentica della maternità.
SOLUZIONE
Per iniziare una relazione, il primo requisito è saper ascoltare. Abbiamo quindi chiesto alle mamme di raccontarci la vera maternità. Siamo partiti reclutando 10 mamme blogger. Altre si sono aggiunte spontaneamente e insieme abbiamo coinvolto le loro lettrici, dapprima scrivendo insieme il manifesto delle Mamme Imperfette, quindi uno spettacolo sulla maternità, portato in scena dall’attrice comica e neomamma Teresa Mannino e quindi riconsegnato sotto forma di 12 video alle mamme, che li hanno infine condivisi attraverso i propri canali.
RISULTATI
Oltre 600.000 dei video di Teresa Mannino nel periodo di campagna. Più di un milione a oggi.
+155% Fan su FACEBOOK
+14% di awareness spontanea
Il 75% delle mamme esposte alla campagna ha riferito che Huggies è un brand di cui ci si può fidare e che intende provarlo per i loro bambini.

  • Client Service Director: Patrizia Rossi
  • Direttore Creativo Esecutivo: Daniela Radice
  • Direttore Creativo Associato: Davide Boscacci
  • Direttore Marketing: Enrico Castellani
  • Brand Manager: Maddalena Pettenati
  •  

DEM & E-MAIL MARKETING

Email marketing one to one per Imaginarium

Agenzia: ContactLab
Cliente: Imaginarium S.A.

OBIETTIVI
o Potenziare un dialogo 1 to 1, pertinente e personalizzato con i soci del programma fedeltà Club Imaginarium
o Cogliere l’opportunità di comunicazione in 2 momenti del lifecycle: welcome e birthday
o Adattarsi alle realtà e ai canali di vendita locali

STRATEGIA CREATIVA
o Restyling: per un doppio target, genitori e bimbi
o Glocalizzazione: un layout comune e localizzato per 21 paesi con 3 canali di vendita
o Personalizzazione: tessera con codice a barre, nomi, età del bambino, immagini e contenuti
o Benefit: birthday email con 3 livelli di vantaggi: coupon sconto (on/offline), sorpresa in-store, guida didattica online
o SMS: alternativa per gli iscritti che non forniscono l’indirizzo email
o Cross-canale: email e SMS verso online e offline

CONTENUTI INNOVATIVI
Personalizzazione: ogni email è unica e pertinente, un messaggio giusto per la persona giusta, al momento giusto attraverso il canale giusto.

RISULTATI
Welcome email
137 campagne da maggio 2011
Tasso d’apertura medio 43%
Click/aperture medio 14%
Top 3 aperture: Germania (63%),Israele (55%),Romania (53%)
Top 3 click: Romania (55%),Portogallo (50%),Portogallo (48%)
Birthday email
54 campagne da luglio 2011
Tasso d’apertura medio 49%
Click/aperture medio 43%
Top 3 aperture: Spagna (67%), Romania (68%), Grecia (65%)
Top 3 click: Grecia (83%), Germania (75%), Irlanda (53%)

  • Director of Agency Dept.: Arianna Galante
  • Account Manager: Mila Albert Hernandis
  • Art Director: Eva De Crescenzo
  • Art Director: Sabrina Di Giorgio
  • Web Developer: Alberto Plantamura
  • Relational Marketing Manager : Cristina Hauke Bernardos
  •  

INTERACTIVE VIDEO/ONLINE COMMERCIAL

Save the life

Agenzia: Leo Burnett
Cliente: AVIS Nazionale

Avis è un’associazione italiana costituita da volontari che donano gratuitamente, periodicamente e anonimamente il proprio sangue. L’obiettivo da raggiungere e per cui ci hanno contattati è aumentare il numero dei giovani che donano il sangue.
Molte delle persone che non donano, non sono mai state coinvolte da vicino o non si sono mai trovate nella situazione di aver bisogno di una trasfusione.
Ma se un loro amico ne avesse bisogno, molto probabilmente sarebbero pronte a donare il loro sangue, senza nemmeno doverci pensare. Abbiamo catturato l’attenzione dei giovani in uno spazio dedicato all’amicizia, uno spazio in cui condividono le loro foto e vivono le loro vite online: Facebook.
E abbiamo posto una semplice domanda:
Vuoi aiutare il tuo amico?
Un’operazione interattiva, che si appoggia a Facebook Connect, fa vivere agli utenti l’esperienza di un incidente attraverso gli occhi del ferito. Un’esperienza che si conclude con il flashback della vita di un loro amico. Abbiamo catturato la loro attenzione e abbiamo mostrato loro quanto sia importante donare il sangue.
Tutti potrebbero aver bisogno di una trasfusione di sangue

  • Group Creative Directors: Paolo Dematteis
  • Group Creative Directors: Riccardo Robiglio
  • Digital Creative Director: Paolo Boccardi
  • art: Andrè Gidoin
  • copy: Markus Johansson
  • copy: Federica Magaraggia
  • Motion Designer: Marino Capitanio
  • account manager: Barbara Valtolina
  • Senior Project Manager: Cristiana Papiri
  • Project Manager: Simone Viola
  • President: Vincenzo Saturni
  • producer: Antonello Caragnano
  • producer: Mina Mastropietro
  •  

MOBILE PLATFORM OR APP

Top of the Italian Wine Guides 2011

Agenzia: Imille
Cliente: Civiltà del Bere

“Top of the Italian Wine Guides 2011” e ha raggiunto in pochi giorni la pole position delle app per iPhone più scaricate in Italia nella categoria Moda e Tendenza e la top ten assoluta delle app gratuite. L’app cataloga i vini che hanno meritato uno o più giudizi di eccellenza dalle sei principali guide enologiche italiane.

L’app gratuita è la versione digitale della guida “Il Top delle Guide dei Vini 2011”, l’analisi dei voti di eccellenza assegnati dalle principali pubblicazioni di settore ai vini italiani, pubblicata da oltre dieci anni da Civiltà del bere, rivista italiana leader del settore enologico, fondata nel 1974.

Sono stati presi in considerazione i “cinque grappoli dell’Ais (Associazione Italiana Sommeliers), i “vini dell’eccellenza” dell’Espresso, i “tre bicchieri” del Gambero Rosso, le “super tre stelle” della Guida Veronelli, i “migliori” di Luca Maroni, i “grandi vini” e i “vini slow” di Slow Wine.

Si possono consultare vini per classifiche: quelli che hanno messo d’accordo 6 Guide su 6, quelli che ne hanno accontentate 5 su 6, fino ai vini premiati da una sola Guida.

Per la prima volta in un’app dedicata al vino è possibile anche selezionare un enologo e vedere tutti i vini da lui curati: una feature interessante che rende quest’app una guida quasi didattica all’eccellenza enologia. Risultati: 30.000 downloads a due mesi dal lancio (aprile 2011). Primo posto nell’App Store Italia, categoria moda e tendenze. Top ten assoluta delle App gratuite.

  • Creative director: Paolo Pascolo
  • Direttore: Alessandro Torcoli
  •  

RICH MEDIA DISPLAY AD

Cadi sempre in piedi

Agenzia: Cayenne
Cliente: Media World

Il concetto di cadere sempre in piedi si riferisce soprattutto al valore aggiunto che Media World offre in termini di attenzione al cliente prima,
durante e dopo l’acquisto. Chi si tuffa rappresenta il cliente, che si affida senza riserve alla gentilezza e alla competenza di Media World, un concept semplice e chiaro che ben rappresenta la realtà Media World.La campagna è stata declinata su 3 soggetti, piscina, concerto e skate; nel primo, una ragazza si tuffa da un trampolino, apparentemente in
una piscina; in realtà atterra sui collaboratori Media World che con le mani aperte la sorreggono, facendola cadere sempre in piedi, come recita il pay off. Nel soggetto concerto, è invece un cantante di un gruppo rock che si butta sulla folla entusiasta fatta sempre dagli addetti alla vendita, mentre lo skater, dopo le sue acrobazie aeree si salva dalla caduta grazie ai nostri addetti Media World. In contemporanea alle riprese per il film TV, il primo in Italia girato con telecamere e tecniche 3D, sono stati realizzati dei mini set per riprendere i soggetti che avrebbero animato i banner rich media per il web. Questi formati Rich Media sono particolarmente impattanti e d’effetto. La peculiarità è l’integrazione dei video girati ad-hoc per il web all’interno del formato Rich che genera un effetto estremamente impattante e inusuale per un formato pubblicitario digitale.

  • direttore creativo: Giandomenico Puglisi
  • direttore strategico e creativ: Stefano Tumiatti
  • digital creative director: paola naldi
  • copy: Davide Della Pedrina
  • art: filippo rieder
  • web designer: manuela bernardelli
  • web developer: marco dell’anna
  • account director: paola rossi
  • project manager: felicia palombo
  • Respensabile Interctive Media: Silvia Grassi
  •  

SEARCH

bwin dynamic odds

Agenzia: Simple Agency
Cliente: bwin Italia

Con l’obiettivo di incrementare la pertinenza dei risultati di ricerca di bwin all’interno di Google, Simple Agency ha realizzato un tool di gestione per rendere automatica e dinamica la pubblicazione di campagne e annunci relativi ai singoli eventi sportivi, comprensivi di quote.

Nel dettaglio, sfruttando le interfacce Google API, il sistema ha consentito di:
– creare e gestire in automatico campagne, parole chiave, gruppi di annunci e annunci di testo in corrispondenza di ogni evento sportivo calcistico presente nel palinsesto di scommesse bwin
– inserire all’interno degli annunci simulazioni di bollette sportive con puntate e vincite basate sulle quote reali ed aggiornate in real-time
– aggiornare in tempo reale gli annunci collegati ad ogni evento sulla base delle quote che si modificano dinamicamente nel corso delle ore
– garantire atterraggi precisi e profondi sulla base del singolo annuncio cliccato

La realizzazione del sistema di dynamic odds ha portato a significativi miglioramenti dei principali KPI, con CTR stabilmente al di sopra del 20%.

  • Partner: Sandro Moretti
  • Manager: Leonardo Casini
  • Responsabile Comunicazione: Alessia Sartirana
  •  

SEARCH

OBI: da Google allo store

Agenzia: SEMS
Cliente: OBI Italia (B.B.C. S.r.l.)

OBI è leader in Europa nel Bricolage, Fai da Te e Giardinaggio; presente in Italia con 50 Punti vendita, localizzati nel nord Italia, e online su www.obi-italia.it.
Nel 2011 OBI decide di investire anche in search advertising con l’obiettivo di supportare l’infocommerce e portare utenti ai propri punti vendita, misurando l’impatto della campagna sul proprio business.
Strategia: Inserimento su Google place dei 50 punti vendita, per attivare quindi campagne Adwords con estensione di località e poter dare agli utenti anche indicazioni circa l’ubicazione e le distanze dal pdv.
Pianificazione di campagne Google Adwords geolocalizzate sul canale web e mobile (includendo anche il display network geolocalizzato) nelle aree di presenza dei negozi, identificando un perimetro utile di estensione. Per massimizzarne l’efficacia si è ricorso ad A/B testing delle creatività.
Alla campagna sono state abbinate landing pages ad hoc con uno specifico buono sconto stampabile, per motivare l’utente a recarsi presso il punto vendita e, al tempo stesso, consentire a OBI il tracciamento delle conversioni. Il cliente ha potuto monitorare le performance della campagna anche attraverso i propri strumenti di web analytics.
Risultati: nel periodo dal 20 giugno al 20 agosto 2011 il ROI della campagna per OBI è stato del 677% e il tasso di conversione visualizzazioni della landing page/acquisto presso il punto vendita è stato del 1,15%, un valore molto elevato considerando la conversione offline.

  • CEO: Marco Loguercio
  • Search Adv Manager: Alessandra Pedrazzoli
  • Responsabile marcomm: Laura Di Paola
  •  

SOCIAL

Mamma che ridere!

Agenzia: JWT
Cliente: Kimberly Clark

PROBLEMA
La tv italiana è piena di spot che presentano mamme multitasking sempre perfette, rilassate e sorridenti: stereotipi che nulla hanno a che vedere con la realtà. Huggies, brand giovane nel nostro mercato, aveva come obiettivo creare una relazione con il target condividendo una visione più autentica della maternità.
SOLUZIONE
Per iniziare una relazione, il primo requisito è saper ascoltare. Abbiamo quindi chiesto alle mamme di raccontarci la vera maternità. Siamo partiti reclutando 10 mamme blogger. Altre si sono aggiunte spontaneamente e insieme abbiamo coinvolto le loro lettrici, dapprima scrivendo insieme il manifesto delle Mamme Imperfette, quindi uno spettacolo sulla maternità, portato in scena dall’attrice comica e neomamma Teresa Mannino e quindi riconsegnato sotto forma di 12 video alle mamme, che li hanno infine condivisi attraverso i propri canali.
RISULTATI
Oltre 600.000 dei video di Teresa Mannino nel periodo di campagna. Più di un milione a oggi.
+155% Fan su FACEBOOK
+14% di awareness spontanea
Il 75% delle mamme esposte alla campagna ha riferito che Huggies è un brand di cui ci si può fidare e che intende provarlo per i loro bambini.

  • Client Service Director: Patrizia Rossi
  • Direttore Creativo Esecutivo: Daniela Radice
  • Direttore Creativo Associato: Davide Boscacci
  • Direttore Marketing: Enrico Castellani
  • Brand Manager: Maddalena Pettenati
  •  

MENZIONE SPECIALE PER L’INNOVAZIONE IMPRENDITORIALE DIGITALE

Swarmbit

Agenzia: A-Tono
Cliente: A-Tono

Se Foursquare non dovesse bastarvi più…
Collezionare check-in e guadagnarsi il titolo di Sindaco in uno store, in un locale o qualsivoglia ritrovo cool. E poi? Una volta che gli altri sanno dove siete? Fine dei giochi? Se tra voi c’è qualcuno che vuole appartenere a tribù geo più attive, vale la pena provare il nuovo social network a misura di smartphone: Swarmbit.
La definizione più bella gliel’hanno data gli amici di N_ _ _ _ _ M_ _ _ _ _ : la community del qui e ora. Appena avviate Swarmbit, viene rilevata automaticamente la vostra posizione. Subito dopo, potrete creare una cartella temporanea in cui caricare foto, video, brani musicali, presentazioni, documenti… da condividere con le persone che vi stanno attorno. E quando scriviamo attorno, intendiamo proprio attorno: da un minimo di 100 metri a un massimo di 1.000 metri. Per essere ancora più chiari: non devono appartenere al vostro network di contatti, ma semplicemente trovarsi nelle vostre vicinanze e avere voglia di fare swarm e cioè di fare sciame. A quel punto, tutto è concesso loro: commentare i singoli documenti digitali che avete caricato o l’intera cartella sulla bacheca abilitata ad hoc, reswarmarli, esportarli, persino venirvi a conoscere. Tanto che i guru della rete ipotizzano già una versione.
Dimenticavo: la cartella ha una scadenza, molto simile a quella del latte fresco. Resta attiva e visibile fino a un massimo di 24 ore. L’app italiana pronta per il mondo!

  • creative and planning director: Sergio Muller
  • art director: Stefano Gianuario
  • designer: Emanuele Salamone
  • marketing manager: Valeria Piazza
  • technology manager: Giuseppe Marletta
  • CEO: Orazio Granato
  • direttore generale: Giuseppe Caspani
  • marketing manager: Valeria Piazza