Arrivano anche in Italia le linee guida e il programma elaborati dal Comitato IAB AdNetworks & AdExchanges in US

15/03/2010

Le linee guida per garantire alti standard qualitativi di Adnetwork & Adexchange offrono agli attori del mercato e alle agenzie una maggiore affidabilità e sicurezza per il brandCarlsbad, 15 marzo 2010 – Da oggi IAB Italia rende disponibili online sul sito dell’Associazione www.iab.it, le linee guida presentate da IAB US per garantire alti standard di qualità di Adnetwork & AdExchange, al fine di standardizzare le informazioni destinate agli inserzionisti, aumentare il controllo della attività di buying sui posizionamenti pubblicitari e ed i relativi contesti, e garantire la sicurezza del brand.
Queste linee guida offrono termini di misurazione concreti che consentiranno la standardizzazione delle operazioni di acquisto e vendita di pubblicità  e garantiranno una più ampia sicurezza del brand agli attori del mercato e alle agenzie.
In particolare, le principali linee guida individuate sono:
– Garantire la trasparenza delle fonti dell’inventory, le relazioni con l’editore, i livelli di contenuto e i dettagli dell’ad placement – Definire per gli inserzionisti categorie dal contenuto universalmente stabilite – Richiedere che Adnetworks and Adexchange classifichino i contenuti per segmenti di audience – Delineare i termini di divulgazione dei dati per off-site behavioural targeting and third-party data – Prevedere training obbligatori IAB in ciascun Adnetwork e Adexchange certificato – Includere una lista di termini e definizioni per il targeting e i dati che aiuteranno ad eliminare confusioni e incertezze
“Queste linee guida sono le prime nel loro genere in USA, e crediamo avranno un ruolo fondamentale per costruire più fiducia nel mercato” ha commentato David J. Moore Chairman del Board di IAB. “AdNetwork e Adexchange stanno trasformando una parte delle modalità in cui gli inserzionisti possono indirizzare messaggi targettizzati ai consumatori e le linee guida garantiscono ulteriormente questa nuova opportunità di marketing”.
“Come IAB Italia riteniamo molto utile questa iniziativa dei nostri colleghi statunitensi e abbiamo ritenuto importante rendere disponibili le linee guida anche in Italia pur essendo il nostro un mercato ancora non così maturo dal punto di vista dell’utilizzo di queste nuove modalità di pianificazione. Uno dei nostri principali obiettivi è, infatti, quello di contribuire alla definizione di standard qualitativi alti e condivisi da tutta l’industria, al fine di rendere anche il nostro mercato sempre più competente e consapevole”, ha aggiunto Layla Pavone, presidente IAB Italia e Managing Director Isobar Communication.
“Le linee guida per gli standard di qualità di Adnetwork & Adexchange rappresentano un punto di svolta nella capacità del mercato di far leva sul valore degli inventory degli online publisher. Per la prima volta ci sono definizioni, standard e direttive pratiche che garantiscono chiarezza e affidabilità quando vengono pianificate campagne su Adnetwork ed Adexchange” ha commentato Sherrill Mane, SVP, Industry Services, IAB. “Gli inserzionisti e le agenzie avranno la certezza che i consumatori riceveranno i corretti messaggi all’interno degli ambienti appropriati, e questo è il vantaggio che ci si aspetta dai media interattivi”.
“IAB sta portando avanti un processo di sviluppo che si pone come obiettivo la trasparenza e la responsabilità attraverso la diffusione di queste linee guida per Adnetwork ed Adexchange” ha commentato George Ivie, CEO ed Executive Director of the Media Rating Council. “Il programma di autocertificazione delineato nelle linee guida rappresenta un passo avanti nell’assicurare una comprensione del contesto appropriata relativa agli Adnetwork/exchange”.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.