Nasce il Comitato IAB per i contenuti UGC e i Social Media

04/06/2009

Composto da esponenti di oltre 150 aziende aderenti a livello internazionale, il Comitato è impegnato a favorire lo sviluppo e l’espansione del settore dello user-generated content quale piattaforma utilizzabile a scopi pubblicitariMilano, 4 giugno 2009 – IAB Europe rende nota la creazione dello IAB User-Generated Content & Social Media Committee, voluto dall’Associazione per sensibilizzare i player dell’industria dell’advertising online circa le potenzialità dei contenuti generati dagli utenti e dei media sociali quali veicoli di marketing.
Il Comitato IAB riunisce i rappresentati di oltre 150 aziende aderenti e nasce con l’obiettivo di educare i professionisti del marketing su come approcciare e trarre beneficio dallo user-generated content (UGC) quale piattaforma fruibile a scopi pubblicitari.
In particolare, i membri del Comitato sono impegnati nello sviluppo di tecniche standard di misurazione delle performance, atte a valutare in maniera uniforme l’efficacia dell’utilizzo di UGC e social media nell’ambito di una campagna di advertising. È infatti ferma convinzione di IAB che l’adozione di queste metriche da parte di tutti gli operatori del settore possa stimolare notevolmente la crescita di tali strumenti per la comunicazione interattiva.
Nell’ottica di agevolare queste attività, lo IAB User-Generated Content & Social Media Committee ha redatto un documento che definisce nel dettaglio le metriche standard di misurazione dei social media – suddivise per le categorie: siti di social media, blog, widget e applicazioni social media – allo scopo di promuoverne la coerenza nella fase di reporting ad agenzie e inserzionisti.
Il documento “Definizione delle metriche per i social media” è consultabile sul sito di Iab Italia al link: https://www.iab.it/documenti/detail.aspx?TRS_ID=1595000&ID=3075
«I social media hanno cambiato il paradigma di come le persone consumano i media online, aggiungendo l’elemento partecipativo: l’utente non riceve soltanto le informazioni, ma ha la possibilità di contribuire alla creazione e alla distribuzione dei contenuti», ha sottolineato Layla Pavone, Presidente IAB Italia e Managing Director Isobar. «L’interazione tra brand e consumatore attraverso queste piattaforme assume quindi un valore cruciale per le aziende, che siamo certi accoglieranno con favore la nascita di un Comitato IAB dedicato all’espansione di tali strumenti in ambito advertising».

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.