Bonus Pubblicità 2018: pubblicato l’elenco dei soggetti richiedenti

27/11/2018

Bonus Pubblicità 2018: pubblicato l’elenco dei soggetti richiedenti

Si è chiuso il termine per la presentazione delle domande ai fini della fruizione del credito di imposta per gli investimenti pubblicitari incrementali su quotidiani, periodici e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali.

Le istanze, presentate tra il 22 settembre e il 22 ottobre di quest'anno, sono state in totale 6.781, di cui ben l’88% pervenute da piccole e medie imprese, da micro-imprese e da start-up innovative. Per le domande presentate il fabbisogno finanziario generato è ampiamente superiore agli stanziamenti previsti per l’anno 2018 (€ 12.500.000 per gli investimenti pubblicitari incrementali su radio e televisioni locali, ed € 30.000.000 per gli investimenti incrementali sulla stampa, cartacea e online). Le compensazioni che potranno essere riconosciute a ciascun soggetto beneficiario deriveranno dunque dal riparto percentuale prodotto tra fabbisogno e stanziamento effettivo.

Il Dipartimento per l'Informazione e l'Editoria ha pubblicato l'elenco dei soggetti che hanno “prenotato” il credito di imposta per l’anno 2018, con l’ammontare del credito teoricamente fruibile da ciascun di essi, nelle condizioni e nei limiti in cui rispetteranno le previsioni di investimento comunicate in sede di domanda e qualora queste venissero confermate tramite l’invio della relativa documentazione a gennaio 2019.

Per ogni operatore beneficiario viene indicata la somma "teoricamente fruibile", calcolata dall'Agenzia delle entrate sulla base del riparto percentuale, pari al 23% per gli investimenti incrementali sulle radio e televisioni locali, e al 26% per gli investimenti incrementali sui giornali quotidiani e periodici, cartacei e online. Per gli investimenti incrementali effettuati su entrambi i canali la percentuale di riparto si colloca tra il 23% ed il 26%: in questo caso la percentuale è calcolata sull'investimento incrementale complessivo e varia, oltre che in funzione del differente investimento incrementale su ciascun canale, anche in base all'ammontare dei rispettivi investimenti effettuati nell'anno in corso.

I dati relativi agli investimenti incrementali effettuati nell'anno 2017 saranno comunicati al Dipartimento dall'Agenzia delle Entrate dopo il 31 gennaio 2019, insieme ai dati definitivi relativi agli investimenti incrementali realmente effettuati nell'anno 2018, che saranno acquisiti dall'Agenzia dal 1° al 31 gennaio 2019, con le conferme dell'importo “prenotato”. L’ammontare del credito effettivamente fruibile, pertanto, sarà disposto per entrambe le annualità dopo il 31 gennaio 2019 con provvedimento del Dipartimento per l’informazione e l’editoria e gli elenchi dei beneficiari e degli importi concessi a ciascuno saranno pubblicati sul sito istituzionale dello stesso Dipartimento.

Solo a seguito di tale provvedimento si potrà usare il credito in compensazione, secondo le regole generali dei crediti di imposta.

Per maggiori informazioni clicca qui.

In allegato l'elenco dei soggetti che hanno fatto richiesta.

Altre news recenti

Gender gap digitale: nasce MIA – MISS IN ACTION

Gender gap digitale: nasce MIA – MISS IN ACTION

04/12/2018

Nasce MIA – Miss In Action, il primo programma di accelerazione dedicato all'imprenditoria...
IAB Tech LAB rilascia app-ads.txt in versione beta

IAB Tech LAB rilascia app-ads.txt in versione beta

04/12/2018

IAB Tech Lab ha rilasciato, in data 30 novembre 2018, le specifiche di app-ads.txt...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.