DMEXCO 2018: IAB Europe pubblica due importanti ricerche sul programmatic advertising

13/09/2018

DMEXCO 2018: IAB Europe pubblica due importanti ricerche sul programmatic advertising

Al DMEXCO 2018 IAB Europe ha rilasciato due nuovi studi sul panorama pubblicitario programmatic in Europa: “Attitudes To Programmatic Advertising” e “European Programmatic Market Sizing”.

Il primo “Attitudes to Programmatic Advertising” rivela che gli inserzionisti continuano a chiedere maggiore trasparenza e controllo, accesso ad ambienti e inventario di qualità, mentre stanno sviluppando strategie di acquisto in-house per raggiungere questi obiettivi.

La ricerca evidenzia quattro risultati chiave:

- L’in-housing continua ad aumentare ed è ora il modello preferito per il 40% degli inserzionisti, il 50% degli editori e il 62% delle agenzie

- Mentre il trading in programmatic sta diventando sempre più comune tra gli stakeholder, questioni come l’ad fraud restano ostacoli fondamentali per aumentare gli investimenti

- I private marketplace ​​sono il meccanismo di negoziazione dominante utilizzato per il programmatic

- Gli investimenti in programmatic sono destinati ad aumentare: il 90% di tutti i gruppi di stakeholder afferma che il loro investimento aumenterà nei prossimi 12 mesi.

Il report “European Programmatic Market Sizing”, prodotto in collaborazione con IHS Markit, ha rivelato che il mercato pubblicitario display programmatic in Europa ha registrato un altro anno di crescita a doppia cifra salendo del 27,1% a € 12 miliardi nel 2017. Nello stesso anno il 62% della spesa pubblicitaria display in Europa è stata scambiata in programmatic . Il mobile adv continua a essere il più "programmatico" con un 80% di programmatic trading, mentre il video adv raggiunge il 74,1%.

Entrate programmatiche per formato:

Mobile: € 6,8 miliardi

Video - € 3,9 miliardi

Entrate programmatiche per regione:

Europa occidentale: € 10,8 miliardi

Europa centrale e orientale - 1,2 miliardi di euro

Nonostante le prospettive positive, ci sono potenziali segnali di allarme che potrebbero avere un impatto sulla crescita in futuro, come il mancato accesso alle risorse necessarie. La ricerca “Attitudes To Programmatic Advertising” mette in evidenza che gli inserzionisti, le agenzie e gli editori si scontrano, infatti, con la difficoltà di reclutare persone con le giuste competenze e di fornire, quindi, una formazione adeguata alle stesse per portare avanti in maniera efficiente le attività. Altre sfide evidenziate dalla ricerca sono relative alla misurazione delle campagne e dei KPI per la valutazione degli investimenti. Ciò si lega al fatto che le metriche di Brand Safety, importanti per gli inserzionisti, non vengono ancora adeguatamente trattate in un ambiente digitale come quello programmatic.

Per scaricare i report, clicca QUI

 

Altre news recenti

IAB Europe: Digital Advertising Effectiveness White Paper

IAB Europe: Digital Advertising Effectiveness White Paper

07/09/2018

L'ultimo Libro Bianco pubblicato a settembre 2018 da IAB Europe fa il punto della...
IAB FORUM: scopri i primi ospiti, il ticket che fa per te e iscriviti subito con l’Early Bird!

IAB FORUM: scopri i primi ospiti, il ticket che fa per te e iscriviti subito con l’Early Bird!

07/09/2018

Sono aperte le iscrizioni a IAB Forum 2018, in programma il 12 e 13 novembre al ...
Hai bisogno di aiuto?
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.