IAB Italia chiede supporto alle Istituzioni italiane per garantire maggiore Qualità e Trasparenza nell’economia digitale

06/07/2018

IAB Italia chiede supporto alle Istituzioni italiane per garantire maggiore Qualità e Trasparenza nell’economia digitale

L'impegno di IAB Italia a favore di una maggiore trasparenza ed equità per un mercato digitale competitivo è sempre più concreto.

In occasione del Seminar dedicato ai temi di Qualità e Trasparenza nell’economia digitale, che si è tenuto il 5 luglio presso la Camera dei Deputati, IAB Italia ha pubblicato sui principali quotidiani nazionali una lettera aperta, rivolta al Governo e alle Autorità Garanti, per sollecitare un intervento delle Istituzioni su tre fronti prioritari:

- equa tassazione - per porre rimedio alle situazioni di disparità tra aziende italiane e player stranieri

- equa competizione e sostegno alle aziende locali - per l’adozione di misure incentivanti che favoriscano la crescita del mercato

- controllo del rispetto delle regole sulla gestione dei dati personali da parte di tutti - per tutelare sia i consumatori sia gli operatori della industry.

L'Associazione è fermamente convinta che l’industria digitale si trovi in un momento particolare e irripetibile e che questa sia l'occasione giusta per avviare un percorso all’insegna della qualità e della trasparenza, elementi imprescindibili per costruire un’economia digitale equa e competitiva.

In questo contesto, è fondamentale avere un supporto più determinato delle Istituzioni e dal Governo, che hanno la capacità e i mezzi per poter incidere su un impellente cambio di rotta. Se non modificata entro breve, l’attuale situazione di mercato rischia, infatti, di accentuare in modo irreversibile le disuguaglianze, minando così la crescita delle realtà locali.

Occorre far rispettare da tutti le normative, l’attuale situazione di mercato rischia di marcare in modo irreversibile le disuguaglianze in atto, minando la crescita futura degli operatori locali. Le priorità su cui è necessario intervenire sono: sistema fiscale, rispetto delle normative sulla gestione dei dati degli utenti e concorrenza” – commenta Carlo Noseda, presidente di IAB Italia.

Bisogna rivedere il sistema impositivo, a livello locale ed europeo, premiando le aziende che effettivamente creano valore nel nostro paese, non solo in termini economici, ma anche sociali ed occupazionali. Al contempo, è necessario un maggiore controllo sull’osservanza delle normative da parte di tutti gli operatori, locali e internazionali, a tutela di un più equilibrato assetto concorrenziale e degli utenti che ne sono inevitabilmente coinvolti” – conclude Noseda.

Dal pulsante qui sotto puoi scaricare il testo integrale della lettera, che è stata pubblicata il 5 luglio su: Il Corriere della Sera, Il Messaggero, Il Sole 24 Ore, Il Fatto Quotidiano e il 6 luglio su La Repubblica e La Stampa.

Altre news recenti

DMEXCO 2018: IAB Europe pubblica due importanti ricerche sul programmatic advertising

DMEXCO 2018: IAB Europe pubblica due importanti ricerche sul programmatic advertising

13/09/2018

Al DMEXCO 2018 IAB Europe ha rilasciato due nuovi studi sul panorama pubblicitario...
IAB Europe: Digital Advertising Effectiveness White Paper

IAB Europe: Digital Advertising Effectiveness White Paper

07/09/2018

L'ultimo Libro Bianco pubblicato a settembre 2018 da IAB Europe fa il punto della...
Hai bisogno di aiuto?
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.