IAB Tech Lab pubblica il Common Ad Transport Standard, per la gestione delle richieste al di fuori dell’RTB

01/04/2020

IAB Tech Lab pubblica il Common Ad Transport Standard, per la gestione delle richieste al di fuori dell’RTB

Il Common Ad Transport Standard (CATS) di IAB Tech LAB, è disponibile per la fase di public comment, che terminerà il 24 aprile. Elaborato per gestire le comunicazioni che si collocano al di fuori del Real Time Bidding, si pone in una posizione complementare allo standard OpenRTB, che lascia fuori dalla propria portata, concentrata sulle transazioni in tempo reale su base d’asta, una serie di use case. 

 

Il lavoro del Digital Video Technical Standards Working Group dello IAB Tech Lab è stato indirizzato alla creazione di un nuovo strumento utile a regolare una serie di esigenze di comunicazione tra le due parti nell'ecosistema della tecnologia pubblicitaria. Con questo, si avrà la possibilità di gestire – oltre alla richiesta di annunci in un contesto di asta – anche le richieste che si collocano al di fuori del RTB. 

 

In altre parole, CATS è quindi un altro strumento pensato per colmare il divario tra due sistemi diversi che chiedono di scambiarsi degli ads l'uno con l'altro. Questo tipo di comunicazione è standardizzata garantisce maggiore interoperabilità.

 

Per promuovere questa interoperabilità, CATS utilizza degli standard industriali differenti. Ad esempio, AdCOM viene utilizzato per facilitare la trasmissione delle informazioni sull'impression richiesta. Il CATS mira ad essere leggero e semplice da usare, aspirando a registrare un'adozione molto forte. Lo standard promette di essere estensibile grazie all’uso di extension object – in modo simile all’OpenRTB – per consentire di affrontare adeguatamente le esigenze future.

 

Ecco alcuni casi d'uso comuni che CATS vuole coprire:

 - un editore che fa una ad request ad un ad server di un altro editore
 - un editore che fa una ad request per una creatività derivante da una auction programmatic
 - un server SSAI che fa una ad request per conto di un client device
 - un verification vendor che invia una ad request per effettuare una misurazione
 - un server di un editore che effettua una ad request
 - un sistema di creative auditing che effettua una ad request per validare gli annunci in base a delle policy

 

Il Common Ad Transport Standard, la cui adozione sarà certamente graduale nel corso del tempo, si presenta come una soluzione molto interessante e dal forte potenziale, e punta ad avere un impatto molto forte nel mondo dell’ad tech, coinvolgendo tutti gli stakeholder. 

 

Per approfondire queste prime informazioni è possibile consultare la pagina dedicata all’interno del sito web di IAB Tech Lab o consultare le specifiche.

Altre news recenti

E’ online il White Paper Programmatic 2.0

E’ online il White Paper Programmatic 2.0

22/05/2020

IAB Italia, il chapter italiano dell’Interactive Advertising Bureau, la più importante...
Milano Digital Week – tutti gli eventi organizzati da IAB Italia

Milano Digital Week – tutti gli eventi organizzati da IAB Italia

13/05/2020

La Milano Digital Week si avvicina e arriverà presto - dal 25 al 30 maggio - nella...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.