Investimenti pubblicitari in Italia 2019: rallenta la crescita online

18/06/2019

 

La crescita dell’internet advertising in Italia rallenta, è questa la conclusione a cui è giunto lo studio condotto da Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano. I dati, infatti, confermano un mercato dei media in flessione, con una diminuzione del 2% a fine 2018 e una prima stima per il 2019 con un’ulteriore decrescita del 2%. Il mercato è suddiviso tra TV, che raccoglie il 54%, Stampa (22%), Internet (21%) e Radio (3%).

Parlando solo di Internet, nel 2019 l’intero comparto composto di pubblicità e vendite di contenuti Media Online, potrebbe superare tutto il settore stampa nelle copie cartacee. Ma come già anticipato la crescita sarà più lenta. Se a fine 2018 il valore era di 2,98 miliardi con una crescita dell’11% rispetto al 2017, i primi risultati del 2019 evidenziano una crescita più bassa che potrebbe essere ben sotto il 10%, con un mercato complessivo in valore assoluto che si assesterà intorno ai 3,2 miliardi.

Entrando più nel dettaglio dei formati pubblicitari online e la loro crescita attesa nel 2019-2023, i dati segnalano che il Display advertising cresce del 14% e vale complessivamente quasi 1,9 miliardi. In questo ambito, il Video advertising la fa da padrone con oltre 900 milioni, valore che supererà quello dei Banner, grazie soprattutto ai Social Network. Il Search advertising (l’acquisto di visibilità nei motori di ricerca) cresce del 9% e vale oltre 850 milioni, ed è previsto un assestamento su un tasso medio del +6% nel periodo 2019-2023.

Classified & eCommerce advertising (l’acquisto di visibilità nei cataloghi di siti di annunci e portali di eCommerce) hanno chiuso il 2018 a 224 milioni complessivi (+6%). Per il 2019 la crescita dovrebbe essere superiore grazie alle iniziative di eCommerce advertising sui grandi portali. Infine, la raccolta dell’Email advertising è costante intorno ai 30 milioni e nel 2019 continuerà lo spostamento verso logiche a performance.

Una novità, invece, è rappresentata dal Mobile, che supererà in investimenti il Desktop. Forte attenzione, inoltre, alle nuove componenti digitali. Il Digital Audio, la fruizione di contenuti audio tramite dispositivi connessi alla rete, quali Smartphone, Tablet, PC, SmartTV, Connected Car, Smart Speaker (il valore a fine 2018 è stimato nell’intorno dei 10 milioni di euro). Il Digital Out Of Home (DOOH), l’insieme degli spazi pubblicitari all’interno di schermi e insegne digitali posizionati in luoghi pubblici ad alto traffico, come aree urbane pedonali, stazioni, aeroporti, centri commerciali (stimato in crescita di circa il 12% annuo). Infine, la raccolta pubblicitaria dell’Addressable Tv, ossia la possibilità di offrire spot personalizzati in Tv, grazie alla sempre più ampia diffusione di Smart Tv e televisori connessi alla rete, potrebbe raddoppiare nel 2019 passando da circa 8 milioni ad oltre 15. È atteso, inoltre, un deciso incremento nei prossimi anni per lo switch verso la tecnologia HbbTv (probabilmente entro il 2022) che comporterà la sostituzione di molti televisori nelle case degli italiani.

Fonte ricerca: Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano

Articolo scritto da Caterina Di Iorgi

Altre news recenti

Digital Media Italia 2019: i trend e le sfide del marketing per la crescita del mercato

Digital Media Italia 2019: i trend e le sfide del marketing per la crescita del mercato

26/11/2019

In occasione di IAB Forum 2019, Federico Capeci – CEO Italy, Greece & Israel...
Internet advertising Italia 2019: oltre i 3,2 miliardi di euro, ma la crescita rallenta

Internet advertising Italia 2019: oltre i 3,2 miliardi di euro, ma la crescita rallenta

25/11/2019

In occasione di IAB Forum 2019,  Andrea Lamperti, direttore dell’Osservatorio Internet...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.