Mercato pubblicitario USA digital 2019: 54,9 miliardi di dollari nel primo semestre

23/10/2019

Mercato pubblicitario USA digital 2019: 54,9 miliardi di dollari nel primo semestre

I ricavi della pubblicità digitale negli Stati Uniti hanno raggiunto la cifra record di 54,9 miliardi di dollari durante i primi sei mesi del 2019 — la spesa più alta della storia nella prima metà dell'anno — secondo quanto è emerso dall'ultimo rapporto IAB Internet Advertising Revenue pubblicato da IAB e realizzato in collaborazione con PwC US.

Il totale fa registrare un aumento del 17% su base annua rispetto alla prima metà del 2018. Mentre la crescita risulta dunque crescente nel digitale, il rapporto avverte anche che le risorse associate al rispetto del California Consumer Privacy Act (CCPA) e alle moltre altre normative che entreranno in vigore sui dati proposte dagli Stati Unti avrà probabilmente un impatto negativo sulle imprese all'interno del mercato digitale.

“L'aumento dei ricavi continua ad essere significativo. IAB ha unito le forze con Privacy for America per difendere le leggi nazionali che renderanno più semplice proteggere la privacy dei consumatori, continuando al contempo ad alimentare l'economia digitale", ha affermato Randall Rothenberg, CEO, IAB. "Inoltre, l'innovazione subirà probabilmente un rallentamento quando le aziende saranno costrette a reindirizzare le risorse per conformarsi ad un ingombrante mosaico di normative statali."

I fattori chiave della crescita digital evidenziati nel rapporto sono la pubblicità video che ha dato un importante contributo con una spesa che sale del 36% su base annua a fronte di un totale di 9,5 miliardi di dollari per il primo semestre 2019.

Cresce in maniera importante anche la televisione connessa (CTV), il mondo dei video social e tutte le altre forme di contenuti video non tradizionali che hanno portato gli inserzionisti ad aumentare i loro investimenti in CTV. Sempre più spesso, infatti, gli inserzionisti si rivolgono ai social video e alla TV connessa per raggiungere un pubblico crescente di "cord-never", il target di consumatori più giovane che non si è mai abbonata alla televisione via cavo e non può essere raggiunta tramite i classici annunci TV.

La pubblicità mobile continua la sua crescita esplosiva, raggiungendo i 40 miliardi di dollari nella prima metà dell'anno, con un aumento pari al 29% rispetto ai 30,9 miliardi di dollari spesi per i dispositivi mobile nello stesso periodo nel 2018.

Gli investimenti per la pubblicità audio sono in aumento con l'emergere degli smart speakers, in crescita del 30% anno su anno per un totale di 1,2 miliardi di dollari per i primi sei mesi del 2019. Gli inserzionisti hanno speso 1,7 miliardi di dollari in annunci rich media durante la prima metà dell'anno, il 20% in più rispetto alla prima metà del 2018.

L'ultimo rapporto Iab Internet Advertising Revenue conferma quindi che l'industria della pubblicità digitale rimane uno dei settori più forti e dinamici dell'economia americana. Con una crescita di quasi il 17% rispetto al semestre precedente, l'industria della pubblicità digitale sta ancora una volta superando di gran lunga tutti gli altri mezzi pubblicitari.

Tuttavia, il ritmo della crescita mostra segni di rallentamento. Mentre il possesso di smartphone si avvicina alla saturazione e i social media maturano, l'industria si concentra su nuovi canali di crescita come la TV connessa, la realtà aumentata e il vasto potenziale del 5G.

Per ulteriori approfondimenti potete consultare direttamente sul sito di IAB US  il report . 

Articolo di C. Di Iorgi

Fonte  IAB US & PwC Advisory Services LLC

Altre news recenti

Global Digital Report 2019: la ricerca di Hootsuite e We Are Social

Global Digital Report 2019: la ricerca di Hootsuite e We Are Social

13/11/2019

Hootsuite e We are Social hanno presentato i nuovi dati del Global Digital Report...
The Media Landscape: lo scenario degli investimenti adv, il rapporto di GroupM

The Media Landscape: lo scenario degli investimenti adv, il rapporto di GroupM

31/10/2019

GroupM presenta il nuovo studio The Media Landscape, curato da Brian Wieser e Rob...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.