Più Transparenza e Fiducia nell’offerta Programmatic grazie a Sellers.json e OpenRTB SupplyChain object

15/04/2019

Più Transparenza e Fiducia nell’offerta Programmatic grazie a Sellers.json e OpenRTB SupplyChain object

Ancora novità da IAB Tech Lab, che ha rilasciato per avere pubblico riscontro due nuove specifiche tecniche, volte ad aumentare la fiducia nella supply chain, in particolare per quanto riguarda l’offerta in Real Time Bidding (RTB) e Programmatic. La prima delle due novità è Sellers.json, che consente ai buyer di verificare i soggetti che vendono direttamente gli spazi selezionati per la pubblicità digitale o gli eventuali intermediari. La seconda, l'OpenRTB SupplyChain object, permette ai buyer di vedere tutte le parti che stanno vendendo o rivendendo una determinata bid request. Il gruppo di lavoro OpenRTB di IAB Tech Lab apre le porte per un periodo di 30 giorni, fino al 10 maggio 2019, al fine di raccogliere i feedback dell’industry.

Ads.txt (Authorized Digital Sellers) ha avuto grande successo negli scorsi mesi, consentendo ai distributori di contenuti editoriali e agli editori di definire chi fosse autorizzato a vendere una determinata inventory pubblicitaria tramite le bid request. Tuttavia, Ads.txt non rivela in alcun modo l’account ID dell’editore all'interno delle piattaforme pubblicitarie SSP (Supply-Side Platform).

Sellers.json

Come anticipato, Sellers.json fornisce uno strumento che mette i buyer nelle condizioni di conoscere chi sono i soggetti che vendono direttamente gli spazi per la pubblicità digitale selezionata o gli eventuali intermediari.

Un file sellers.json pubblicato e accessibile permette di scoprire l'identità del venditore finale di una bid request (supponendo che sia ads.txt authorized). Esso permette anche di conoscere l'identità di tutti i nodi (soggetti che hanno partecipato alla bid request) del SupplyChain object. Attualmente, è possibile identificare il venditore finale attraverso gli attributi Publisher.name e Publisher.domain, ma in pratica, queste property sono popolate in modo non coerente dai diversi sistemi di vendita. Sellers.json consente di avere bid request di dimensioni più piccole, che possono essere consultate e memorizzate nella cache ‘offline’, invece di crearne di nuove ad ogni bid request. Sellers.json permette anche l’identificazione di tutti gli intermediari che hanno partecipato alla vendita di una bid request.

OpenRTB SupplyChain object

SupplyChain object consente ai buyer di vedere tutti i soggetti che vendono o rivendono su una determinata bid request. Queste informazioni possono essere importanti per i buyer per una serie di motivi, come accrescere la trasparenza della catena di approvvigionamento, garantendo che tutti gli intermediari siano entità con cui l’acquirente vuole trattare e che l’inventory sia acquistata nel modo più diretto possibile. L’implementazione dovrebbe essere il più trasparente possibile per i buyer e dovrebbe consentirgli di conoscere facilmente chi partecipa alla vendita di qualsiasi pezzo d’inventario.

SupplyChain object è composto principalmente da un insieme di nodi dove ogni nodo rappresenta una specifica entità che partecipa alla vendita di una bid request. L’intera catena di nodi, dall’inizio alla fine, rappresenterebbe tutti i venditori che hanno ricevuto un pagamento per ogni singola bid request.

Cosa Cambierà

Una volta finalizzato questo rilascio, l’aspettativa è che le SSP e gli exchange pubblichino i loro file sellers.json affinché i buyer possano esaminarli.

I buyer dovrebbero continuare a richiedere l’inventory venduta attraverso i canali ads.txt e app-ads.txt, eliminando quella che non passa attraverso canali autorizzati, e verificare gli identificatori all'interno dei file sellers.json. Questa trasparenza del processo di acquisto dovrebbe abilitare una spesa programmatica più sicura.

Altre news recenti

DMEXCO 2019: Pubblicate due nuove ricerche di IAB Europe

DMEXCO 2019: Pubblicate due nuove ricerche di IAB Europe

12/09/2019

Come ogni anno, anche in questa edizione del DMEXCO 2019, IAB Europe ha condiviso...
Social media trends 2019

Social media trends 2019

30/08/2019

Il rapporto annuale 2019 di GlobalWebIndex sugli ultimi social media trend risponde...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.