Rilasciato l’aggiornamento del Transparency & Consent Framework Version 2.0 di IAB Europe

30/08/2019

Rilasciato l’aggiornamento del Transparency & Consent Framework Version 2.0 di IAB Europe

Lo scorso 21 Agosto IAB Europe e IAB Tech Lab hanno rilasciato ufficialmente la Versione 2.0 del Transparency & Consent Framework (TCF) di IAB Europe.

Come già da noi descritto in diverse occasioni, il TCF è uno strumento a supporto delle aziende operanti nel settore della pubblicità digitale, per la gestione degli obblighi di conformità, ai sensi della Direttiva GDPR e della Direttiva ePrivacy. La nuova versione appena rilasciata segue un processo di revisione, durato 12 mesi, basato sui feedback del mercato (in particolare degli editori), e corredato da molteplici incontri con le Data Protection Authorities (DPA) di tutta Europa. Il TCF è costituito da specifiche tecniche e documenti regolamentari, che consentono alle aziende partecipanti alla distribuzione di pubblicità digitale e di contenuti personalizzati di lavorare secondo una base giuridica appropriata rispetto al trattamento dei dati personali, in tutti i mercati in cui operano. Si tratta di un quadro di riferimento per editori, provider di tecnologie, agenzie e inserzionisti, finalizzato a comunicare in modo chiaro e coerente agli utenti finali come vengono utilizzati i loro dati, e che fornisce anche l’opportunità agli stessi di opporsi a tale utilizzo. La versione 2.0 del TCF prosegue la strada tracciata dalla sua prima versione, puntando ad aumentare la trasparenza e la possibilità di scelta dei consumatori, la gestione del loro consenso e della conformità alle Direttive Europee da parte delle testate digitali e, più in generale, la collaborazione a livello di industry basata sulla standardizzazione. I consumatori non solo hanno modo di concedere o negare il consenso, ma possono anche esercitare il loro “diritto di opporsi” al trattamento dei dati personali. Gli stessi utenti hanno inoltre un maggiore controllo sul se e come i vendor possono utilizzare determinate opzioni di trattamento dei dati (ad esempio, l’uso della loro geolocalizzazione).  Gli editori che fanno uso del TCF 2.0 ottengono maggiori controllo e flessibilità per quanto riguarda l’integrazione e la collaborazione con i loro partner tecnologici. Una nuova funzionalità per gli editori, ad esempio, consente loro di limitare le finalità per le quali i dati personali sono trattati dai vendor sul loro sito web, in base al vendor. Il TCF 2.0 sarà operativo insieme al precedente TCF 1.1 fino alla chiusura del primo trimestre del 2020, al fine di garantire agli editori e alle CMP (Consent Management Platform) un adeguato lasso di tempo per la sua adozione.

Quali sono i nuovi vantaggi portati dal TCF v2.0?

Scelta (Choice): attraverso la revisione delle definizioni e descrizioni delle finalità del trattamento dei dati che consentono una maggiore granularità (ora aumentata da 5 a 10 finalità, più 2 finalità speciali, e 2 opzioni e 2 opzioni speciali) è possibile per gli utenti compiere delle scelte consapevoli riguardo al trattamento dei propri dati personali.

Trasparenza: si ha una più completa considerazione degli “interessi legittimi” quale base giuridica per il trattamento dei dati. Inoltre, vengono introdotti dei segnali che consentono alle CMP di offrire agli utenti la possibilità di esercitare, in modo semplificato, il “diritto di opposizione” (right to object) al trattamento sulla base di un “legittimo interesse”.

Controllo: viene introdotta per gli editori la possibilità di effettuare nuovi controlli granulari rispetto alle finalità di trattamento dei dati -da loro stessi consentite- per singolo vendor. L’editore può infatti esercitare maggiori restrizioni sia sulle finalità che sulle basi legali su cui un vendor può elaborare i dati raccolti sulle sue property digitali, avendo una maggiore possibilità di personalizzazione delle operazioni dei vendor suoi partner. Inoltre, il vendor è autorizzato a elaborare i dati, nell’ambito del legittimo interesse, se non incontra dei limiti da parte dall’editore o il rifiuto dell’utente.

Compliance: viene dato maggiore sostegno agli utenti attraverso un’applicazione più puntuale delle regole, dei termini e delle condizioni e delle specifiche tecniche.

Utenti più informati: il TCF v2.0 è stato sviluppato per fornire maggiore trasparenza e controllo sia agli utenti che agli editori. Non solo l’utente può dare o negare il consenso, ma può anche esercitare il proprio “diritto di opporsi” al trattamento dei dati sulla base di interessi legittimi. Viene consentita, inoltre, una maggiore trasparenza per l’utente, attraverso descrizioni più dettagliate delle finalità del trattamento dei dati.

Pertanto, il TCF v2.0 sostiene gli interessi più ampi dell’industry, segnalando in modo esplicito se è stata fornita agli utenti la giusta trasparenza rispetto al trattamento dei dati personali in base al legittimo interesse giuridico e se l’utente si è opposto a tale trattamento, oltre a dichiarare la base giuridica del consenso.

Grazie a questo maggiore livello di trasparenza e controllo lungo tutta la catena dell’offerta, anche la user experience risulta più snella e trasparente.

Per maggiori approfondimenti è possibile consultare il sito IAB Europe e i materiali di supporto.

I webinar, insieme ai deck informativi, sono ora disponibili ai seguenti link:

 

Consulta anche le infografiche: Introducing TCF e Introducing TCF 2.0

Altre news recenti

Global Digital Report 2019: la ricerca di Hootsuite e We Are Social

Global Digital Report 2019: la ricerca di Hootsuite e We Are Social

13/11/2019

Hootsuite e We are Social hanno presentato i nuovi dati del Global Digital Report...
The Media Landscape: lo scenario degli investimenti adv, il rapporto di GroupM

The Media Landscape: lo scenario degli investimenti adv, il rapporto di GroupM

31/10/2019

GroupM presenta il nuovo studio The Media Landscape, curato da Brian Wieser e Rob...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.