Social media trends 2019

30/08/2019

Social media trends 2019

Il rapporto annuale 2019 di GlobalWebIndex sugli ultimi social media trend risponde a tre domande fondamentali: quanto tempo al giorno i consumatori digitali dedicano ai social media; come stanno cambiando i comportamenti degli utenti social; come i consumatori stanno utilizzando i social media per relazionarsi con i brand.

Il tempo passato sui social è diminuito o rimasto invariato in 20 dei 45 market analizzati nel primo quarto del 2019. Una delle principali conseguenze dello scrutinio dei social media da parte di autorità statali e opinione pubblica, infatti, è stata la nascita di diversi strumenti per il digital wellbeing, uno dei maggiori trend del settore. Globalmente i consumatori digitali passano una media di 2 ore e 23 minuti al giorno su social ed app di messaggistica, con un picco di quasi 3 ore nei giovani tra i 16 ed i 24. Inoltre, il consumo risulta essere simultaneo invece che sequenziale, il 72% dei giovani dice di usare i social mentre guarda la tv.

Il numero di account social per utente cresce rispetto al 2013, da 4 a 8.1. Questo multi-network è il risultato di una più ampia scelta di piattaforme, ma anche di un certo grado di specializzazione. Alcuni utenti fanno uso di particolari piattaforme per certi comportamenti specifici, come Twitch o Pinterest. Come il tempo speso sui social, anche il numero di account social sta subendo una battuta di arresto, un trend iniziato nel 2017 e che prosegue tuttora.

Una parte importante di condivisione di contenuti avviene nei dark social – app di messaggistica privata ed e-mail. La ricerca dimostra come gli utenti siano più propensi a questo tipo di condivisione privata per contenuti d’intrattenimento e prodotti. Si tratta di un grandissimo canale marketing che non può essere ignorato.

Il comportamento sui social media, dunque, è molto cambiato nel tempo. Oggi i consumatori sono più propensi ad utilizzare i social per tenersi aggiornati sulle news (40%) che per tenersi in contatto con gli amici (39%). Anche l’intrattenimento gioca un ruolo fondamentale nel motivare gli utenti ad interagire con i social media, è la terza ragione di utilizzo, ma dimostra la crescita maggiore (38%).

Più di un terzo degli utenti internet dice di seguire i propri brand preferiti sui social, mentre il 27% segue i brand da cui sta pensando di fare un acquisto. 3 su 10 seguono canali media di notizie sui social, un comportamento che non varia per età. L’opportunità per un brand Ambassador di raggiungere un vasto audience è apparente - il 33% dice di seguire attori e 1 su 4 sport stars.

Content networkers – che usano i social per trovare contenuti di intrattenimento, guadare sport etc. – sono 1.35 volte più propensi di un utente medio a visitare un brand, fare like/follow ad un brand e cliccare su post sponsorizzati. Una conferma che l’intrattenimento, le news e lo shopping hanno un ruolo maggiore comparato al classico social networking. Gli account seguiti dal target 16-24 anni confermano la grande fetta di pubblico che gli influencer possono raggiungere. Il 46 % dei giovani seguono attori, confermandoli davanti ai brand, ma solo il 19% afferma di trovare nuovi brand tramite la adv da parte di celebrità o influencer.

Per quanto riguarda le social persona, la maggior parte degli utenti si identifica come personal e celebrity networker. Il 58%, invece, si qualifica come brand follower. Il rapporto con i brand, però, non è sempre passivo, il 51% può essere identificato come brand interactor ovvero entra in contatto con i brand e ne condivide i post.

I video svolgono una parte fondamentale nei social. Il 60% degli utenti, al di fuori della Cina, ha guardato almeno un video su Facebook, Twitter, Snapchat o Instagram nell’ultimo mese. Con più e più utenti che si stanno abituando a consumare video sui social media, e la crescita dell’online TV in generale, questi fattori aprono chiare opportunità per Facebook ed altre piattaforme di muoversi nel mondo della TV. I live video, infatti, sono diventati rapidamente una risorsa essenziale nell’arsenale delle social media companies.

Articolo di C. Di Iorgi

Fonte GlobalWebIndex

Photo credit by NordWood Themes on Unsplash

Altre news recenti

Global Digital Report 2019: la ricerca di Hootsuite e We Are Social

Global Digital Report 2019: la ricerca di Hootsuite e We Are Social

13/11/2019

Hootsuite e We are Social hanno presentato i nuovi dati del Global Digital Report...
The Media Landscape: lo scenario degli investimenti adv, il rapporto di GroupM

The Media Landscape: lo scenario degli investimenti adv, il rapporto di GroupM

31/10/2019

GroupM presenta il nuovo studio The Media Landscape, curato da Brian Wieser e Rob...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.