Ecco la terza versione della Supply Chain Transparency Guide

01/04/2020

Ecco la terza versione della Supply Chain Transparency Guide

Il settore dell’advertising sta portando avanti, su scala mondiale, la sua battaglia per la trasparenza. Sono passati anni, ormai, dal famoso speech con cui Marc Pritchard metteva a nudo - sul palco dello IAB Annual Leadership Meeting -  i grossi problemi nel tracciare “la storia di una ad”. Da dove parte? Da quali aziende passano i dati? E come si ripartiscono le fee tecnologiche?

Da quel giorno di gennaio del 2017, molte cose sono cambiate. I brand hanno fatto pressioni sulla industry per poter avere più informazioni – e più precise – sui loro investimenti, e le Associazioni hanno messo a disposizione strumenti, standard e guide.

Uno di questi è la Supply Chain Transparency Guide di IAB Europe, che attraverso un set di domande su alcune grandi aree dell’adtech si propone come un supporto per tutte le categorie di stakeholder della industry (buyer, seller, DSP, DMP, SSP, ad network, data provider and trading desk). Il documento è un framework comune dal quale tutti i player dell’ecosistema possono prendere spunto per formulare domande mirate ai loro interlocutori, in tema di trasparenza.

Ma il settore evolve in fretta, specialmente sul lato tecnologico, e questa guida deve essere implementata costantemente per rimanere un punto di riferimento.

Il Programmatic Trading Committee di IAB Europe, a cui partecipa anche IAB Italia, ha lavorato in questo senso, producendo e pubblicando la terza versione della guida. L’obiettivo di questa ultima issue è la costruzione di un meccanismo attraverso cui gli  operatori del settore possano aumentare il livello di trasparenza in aree chiave, come i dati, i costi e le fonti delle inventory.

La Supply Chain Transparency Guide riassume al suo interno una serie di domande cruciali che gli stakeholder di ogni segmento della supply chain dovrebbero rivolgere agli operatori di tutti gli altri segmenti con cui si relazionano.

La risposta a queste domande assicura l’adozione di pratiche virtuose all’interno della industry, che restituiscono valore al settore intero e fiducia agli investitori.

Il documento può essere consultato nella sua versione interattiva oppure in PDF. 

Altre news recenti

E’ online il White Paper Programmatic 2.0

E’ online il White Paper Programmatic 2.0

22/05/2020

IAB Italia, il chapter italiano dell’Interactive Advertising Bureau, la più importante...
Milano Digital Week – tutti gli eventi organizzati da IAB Italia

Milano Digital Week – tutti gli eventi organizzati da IAB Italia

13/05/2020

La Milano Digital Week si avvicina e arriverà presto - dal 25 al 30 maggio - nella...
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.